Come aiutare i propri collaboratori a migliorare

L'azienda è fatta di persone e renderle soddisfatte del proprio lavoro è fondamentale.



Studi autorevoli dimostrano come le critiche inibiscono la capacità di apprendimento del nostro cervello.


Per aiutare i propri collaboratori il "capo" deve:


1) sottolineare ciò che funziona e quanto di buono è stato fatto dal collboratore;


2) descrivere cosa ha provato a seguito di quell’espressione di eccellenza manifestata dal collaboratore;


3) analizzare insieme al collaboratore il risultato di eccellenza dallo stesso ottenuto. In questo modo il cervello diventa più ricettivo a nuovi stimoli permettendo di migliorare.


L’essere umano eccelle quando persone con chiari obiettivi dicono quello che sperimentano e quello che provano e quando vedono in noi qualcosa che funziona davvero.


La foto riporta esempi del linguaggio da adottare per puntare all’eccellenza dei collaboratori.

Post recenti
Archivio